Diabete Gravidico

Un serio campanello d’allarme
Quando c’è carenza o assenza totale di insulina fornita dal pancreas, il problema si chiama diabete mellito. Una malattia frequente che porta un livello elevato di glucosio nel sangue. Questo disturbo è pericoloso per la gravida, poiché circa il 15% dei piccoli concepiti da una donna che ne è affetta muore prima del parto o immediatamente dopo. Anche il rischio a cui è sottoposta la madre in gestazione raddoppia quasi rispetto alla media.

Oltretutto, se alcune sanno già prima di esser diabetiche, molte ignoravano la diagnosi e ne vengono a conoscenza soltanto durante la gravidanza (generalmente provengono da una famiglia in cui sono apparsi già altri casi della malattia; in particolare, alcune hanno già partorito macrosomi: bimbi di peso superiore ai 4 kg.
Tale condizione, secondo gli esperti, induce a supporre che il disturbo fosse già presente).

Per accertare la patologia, sarà opportuno un test di tolleranza al glucosio. In caso positivo, bisognerà tener sotto controllo l’andamento della malattia e le condizioni di sviluppo del feto.
Dopo la 36°settimana di gravidanza, infine, dal momento che i rischi per il feto aumentano nel diabete conclamato, generalmente si accelera la nascita con l’induzione al parto o il taglio cesareo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>