Ti racconto il mio parto by mamma Serena

Di ritorno da una vacanza bellissima con mio marito e i miei due pargoli di sette e cinque anni, non vedo arrivare il ciclo e dopo venti giorni faccio un test di gravidanza: positivissimo! Panico!

Noi pensavamo di essere a posto così, e invece eccola qui: dopo dodici mesi stringo tra le mie braccia la principessa di casa, la piccola Elisa, nome rigorosamente scelto dai fratelli.
La gravidanza, tranne il distacco della placenta alla fine del terzo mese, procede benissimo.
Arriviamo al nono mese in un lampo, ma l’ultimo è il più lungo, perché, essendo la terza, sono tutti convinti che nascerà prima.

Arrivo stremata a 39 settimane + 6 giorni e vado al controllo dalla mia dolcissima ginecologa, che mi ha accompagnata per tutte e tre le gravidanze, che mi dice: “Tesoro, come senti una contrazione più forte corri in clinica: sei a 3 cm!”
Io ero felicissima, non vedevo l’ora, ero impaziente di conoscerla! Passo la giornata sempre in piedi, vado a prendere i bimbi a scuola, li porto a calcio, rigorosamente in piedi e con contrazioni altalenanti.

Torniamo a casa alle 19:30, cena veloce, pigiamino e letto per i bimbi.
Faccio i piatti, poi dico a mio marito che vado a lavarmi: entro in bagno e noto che mi sta uscendo un bel po’ di sangue, allora lo chiamo subito e gli dico che è il caso di andare.

Arriviamo in clinica alle 21:00 circa… [SEGUE]

 

 

Facebook Comments
0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap