Amnioinfusione per prevenzione della sindrome da aspirazione di meconio ▼

L’amnioinfusione, ovvero l’infusione, attraverso la cervice uterina, di soluzione salina nella cavità amniotica, è stata proposta come metodo per ridurre il rischio di sindrome da aspirazione di meconio (MAS).

La sindrome da aspirazione di meconio (MAS) è la difficoltà respiratoria (distress respiratorio) che si verifica nel neonato se, prima o al momento del parto, ha inalato (aspirato) nei polmoni il materiale fecale sterile di colore verde scuro chiamato, appunto, meconio.

Il liquido amniotico macchiato di meconio, si verifica nel 7-22% dei parti a termine. Il suo passaggio può essere dovuto ad un evento fisiologico, correlato alla maturazione dell’apparato gastrointestinale in cui sono aumentati i livelli di motilina, ad ipossia fetale o diarrea fetale dovuta a tireotossicosi o infezione.

Tempo fa, uno studio internazionale, eseguito su 1998 donne in travaglio a 36 settimane o più, con colorazione densa di meconio del liquido amniotico, aveva dimostrato un chiaro beneficio associato all’amnioinfusione rispetto all’aspirazione faringea e tracheale. Si era visto, nello specifico, che la pratica dell’infusione salina nella cavità amniotica diluisce il meconio, riducendo i suoi effetti infiammatori e ammortizzando il cordone ombelicale.

L’amnioinfusione, tuttavia, è solo uno dei numerosi interventi… [SEGUE]

Facebook Comments
0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap