Terapie farmacologiche in gravidanza e allattamento ▼

Spesso le donne in gravidanza o in allattamento si trovano a dover assumere farmaci per trattare varie problematiche. Capire come e se questi farmaci abbiano effetti e conseguenze sul periodo gestazionale, sul feto e sul suo corretto sviluppo, è di fondamentale importanza ed è un argomento da discutere a fondo con il proprio medico di fiducia che saprà dare tutte le informazioni specifiche per il proprio caso.

Importante già prima del concepimento discutere con chi di dovere un piano terapeutico coerente con le proprie necessità e problematiche.

In linea di massima le donne in età fertile dovrebbero assumere acido folico e folati sia prima che durante la gravidanza per ridurre il rischio di sviluppare malformazioni congenite e fetali.

Nel caso di donne in gravidanza è fondamentale confrontarsi con il proprio medico per l’assunzione di eventuali farmaci, bisogna infatti valutare se tale farmaco avrà effetti negativi o meno sul feto (alcuni, ad esempio, non attraversano la barriera placentare e sono per questo innocui). Nei foglietti illustrativi sono normalmente indicati i rischi relativi alle donne in dolce attesa.

Se la donna è in cura per una patologia cronica è fondamentale non interrompere la propria terapia, ciò infatti comporterebbe un rischio e un eventuale danno sia per la salute della madre che per la salute del feto; è invece importante pianificare con il proprio medico e con il proprio ginecologo la strategia terapeutica più valida e sicura.

Nel caso di donne in allattamento raramente l’assunzione di un farmaco può [SEGUE]

 

Facebook Comments
0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap