Ti racconto il mio parto by mamma Luciana


Era il 10 maggio quando facendo pipì notai che aveva una consistenza diversa, ora ricordo dal corso preparto: è il tappo mucoso!
Chiamo la ginecologa che mi dice di andare al P.S. e farmi visitare: si era lui.
Mi dicono che a questo punto era questione di ore o giorni, inizio ad avvertire le prime contrazioni quella sera ma erano irregolari 15-20-10-15 min di nuovo.

Inizio a segnarli (ancora conservo quel foglietto). Durano per due giorni soprattutto di notte, finché il 12 maggio alle 9.30 di mattina (il giorno della festa della mamma) mio marito decide che è il caso di andare al P.S. ma io non volevo perché le contrazioni non erano regolari e non mi andava di andare a vuoto!

Per tranquillizzarlo decido di accontentarlo, faccio l’accettazione e salgo da sola in reparto mentre lui parcheggia l’auto, mi fanno fare un tracciato e vedo finalmente le contrazioni! Mi visitano e 3 cm di dilatazione: Oddio aveva ragione lui 😂
Dopo un’ora ero già a 5cm!
Mi ricoverano ma non sono mai entrata in quella stanza se non per lasciare la borsa e andare a cambiarmi.
In stanza del travaglio Domenico, mio marito, mi aiutava con dei massaggini a sopportare meglio le contrazioni, mi propongono un clistere che accetto ben volentieri essendo stitica e poco dopo cambia il turno delle ostetriche.

Due angeli mi si palesano e mi propongono con immensa dolcezza il parto in acqua non volendo fare io l’epidurale.
Così ci provo, erano le 15.30 circa, quando entrai nella vasca, tenni solo il reggiseno (non so perché) e Domenico era lì vicino a me.
Poco dopo inizio a spingere e l’acqua alleviava i doloretti, ora Domenico si era defilato dietro il macchinario del tracciato (meglio così penso).
Ringrazio di aver fatto quel clistere!

Mi visitano e mi si rompono le acque in vasca, spingo sempre di più e alle 17.47 come un pesciolino sguscia fuori Andrea!
Tolto un giro di cordone dal collo lo mettono sul mio petto e aveva gli occhi aperti! La cosa più bella che avessi mai visto nella mia vita era fra le mie braccia e mio marito lì vicino che aveva quasi paura di toccarlo.
Poco dopo me lo mettono sul petto e lui come se avesse fatto pratica per anni si attacca benissimo: la prima poppata 😍
Il parto in acqua è stato fantastico, non solo perché mi ha alleviato i dolori e non ho fatto l’epidurale, ma anche perché non ho messo neanche un punto!

Le ostetriche sono state bravissime ma anche io e Andrea lo siamo stati!
Ora da 3 mesi e mezzo viviamo l’amore più grande della nostra vita! 💙

Luciana

Disclaimer
I dettagli sui nomi degli ospedali o dei professionisti, vengono omessi o modificati dalla redazione per evitare ogni relazione con gli specifici punti nascita.
I contenuti scelti sono tratti dai raccolti nel forum di Mammole o pervengono direttamente alla redazione segreteria[at]mammole.it e la pubblicazione viene rilanciata su tutta la rete del network, che è costituita da centinaia di pagine FB dei vari ospedali locali.
I racconti non possono essere pertanto riconducibili a nessun luogo di nascita preciso, la pubblicazione sulla pagina del singolo reparto non lo identifica come un evento avvenuto nella specifica struttura.

Facebook Comments
224 Shares

Redazione

La redazione di Ginecologia è costituita da operatori sanitari del settore ostetrico ginecologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap