Aumento di peso ottimale in gravidanza▼

Lo sappiamo: le eccessive variazioni di peso in gravidanza (sia in eccesso che in difetto) sono correlate all’insorgenza di effetti avversi sia nella madre che nel neonato.
Nonostante ciò, ad oggi è ancora  incerto e poco chiaro quale sia l’effettivo range ottimale per l’aumento di peso gestazionale.

Proprio in merito a questo, un recente studio ha esaminato la correlazione tra l’aumento di peso in gravidanza e il rischio che si sviluppino patologie nella madre o nel neonato con l’obiettivo di definire un intervallo di aumento di peso ottimale durante la gravidanza facendo riferimento alle categorie di indice di massa corporea (BMI) della madre precedenti alla fase gestazionale.

In questo studio sono stati utilizzati i dati di 196.670 donne facenti parte di 25 studi di coorte tra Europa e Nord America, l’intervallo di aumento di peso ottimale è stato calcolato in base al BMI pregestazionale della donna e rappresenta l’intervallo di peso meno correlato all’insorgenza di patologie o effetti avversi.

É stato poi utilizzato un campione di 3505 partecipanti da 4 diverse coorti ospedaliere per validare lo studio e i dati sono stati raccolti tra il 1989 e il 2015, anno di termine del follow-up.

Nello studio si è definito come effetto avverso l’insorgenza di almeno una delle seguenti condizioni: preeclampsia, ipertensione gestazionale, diabete gestazionale, necessità di parto cesareo, parto pretermine e dimensioni minori o maggiori del bambino per l’età gestazionale alla nascita.

I risultati dello studio hanno dimostrato… [SEGUE]

Facebook Comments
0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap