La sessualità dopo il parto

Il benessere sessuale della donna può modificarsi dopo il parto, per fattori psichici (depressione postpartum) e per problemi fisici (alterazioni del pavimento pelvico).

Il perineo, area compresa tra vagina e ano, è l’ultimo ostacolo da superare al momento del parto, ed è spesso soggetto a lesioni dovute al parto, estese anche ai muscoli sottostanti (pavimento pelvico). Un muscolo resiste meno allo stiramento, quindi anche un perineo apparentemente intatto può nascondere delle lesioni muscolari. Alcuni studi documentano, con l’uso di coni vaginali, una riduzione della forza contrattile dei muscoli perivaginali a 2 mesi dal parto.
Le modificazioni sessuali dopo il parto riguardano quasi una donna su due. Dopo il parto, il primo rapporto sessuale può essere doloroso e poco soddisfacente: il 49% delle donne, infatti, prova dolore di varia intensità. Il dolore persiste dopo 6 mesi dal parto nel 11-14% delle donne in caso di parto con episiotomia e lacerazioni perineali, o con forcipe e ventosa, nel 3,4-3,5% in caso di parto cesareo o spontaneo. Molte donne scoprono una riduzione del desiderio nei primi 3-4 mesi dal parto, in particolare il 18% delle donne che allattano. Questo dipende dall’incremento della prolattina e dalla carenza degli estrogeni. Successivamente con lo svezzamento la vita sessuale migliora. Una riduzione dell’eccitazione è normale nei primi 2 mesi dal parto e spesso si accompagna a una minor intensità dell’orgasmo. Tale condizione è dovuta alla riduzione degli estrogeni, all’aumento della prolattina e all’eventuale episiotomia o lacerazioni perineali al parto. Il primo orgasmo dopo il parto è riferito in media dopo 7 settimane. Ma solo il 20% delle donne prova l’orgasmo a 3-6 mesi dal parto.
Per migliorare la sessualità dopo il parto esistono diversi trattamenti, tra questi la riabilitazione perineale è in grado di ripristinare la tonicità vaginale, ridurre la sensazione di lassità muscolare del perineo e attenuare le sequele sessuali, urinarie e fecali. Gli esercizi perineali di Kegel effettuati ogni giorno, migliorano la funzionalità del perineo, anche se limitatamente al periodo di allenamento. In letteratura, gli studi sulla riabilitazione perineale postpartum sono scarsi. Uno studio, comunque, riporta il trattamento di 83 donne a 8 settimane dopo il parto: un primo gruppo si esercitava con 120-160 contrazioni perineali al giorno, il secondo utilizzava coni vaginali da trattenere in vagina 15 minuti 2 volte al giorno. I risultati sono stati buoni, anche se lievemente migliori nel secondo gruppo. I coni vaginali, infatti, sono un facile ausilio per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico indeboliti dopo il parto.

Estratto da: C. Paganotti. LA SESSUALITA’ DOPO IL PARTO. dentroCASA, n.115, Giugno 2009.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>