Ti racconto il mio parto by Veronica

Dopo una gravidanza tranquilla senza nessun problema fortunatamente (sono una dentista e ho lavorato fino a 20 giorni prima), era arrivato finalmente il termine, l’ora di conoscere il nostro piccolo Aldo.

La data presunta era il 3 agosto ed io per paura di affrontare il viaggio in macchina di un’oretta e mezza, con il caldo e le contrazioni, avevo deciso di prendere una camera di hotel vicino l’ospedale. Questa cosa mi dava sicurezza e, visto che le vacanze non le avevamo fatte, mio marito mi ha assecondata .

Decidiamo di trasferirci il 5 agosto e iniziamo a fare i turisti a Roma, camminavamo tanto, circa 6-7 km al giorno, facendo foto con il pancione a Piazza di Spagna, del Popolo e il giorno prima del parto, persino allo zoo!

Eravamo impazienti: avevamo fatto i monitoraggi e si vedevano delle contrazioni preparatorie ma io non sentivo assolutamente nulla.

Alla fine, il 9 agosto, dopo 4 giorni di giri per Roma decidono di indurmi il parto. Il ginecologo mi inserisce la famosa ‘fettuccia’ alle 14.00 del pomeriggio; ero in una stanza fortunatamente sola con mio marito.
Per un’ora non sento nulla ma poi mi inizia un forte mal di schiena, sentivo come se qualcuno mi comprimesse con le mani i reni.

Provo a camminare ma… [SEGUE]

Facebook Comments
0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap