La cervice uterina è sensibile e va preservata ▼

Il celebre “Kinsey Report”, sul comportamento sessuale dell’essere umano  che risale al 1953, è un testo che ha rivoluzionato il modo in cui la società vede il sesso, eliminando molti tabù.

Tuttavia, una sua frase riguardante la cervice uterina, ha portato alla falsa credenza per cui tale regione anatomica fosse di fatto insensibile; portando numerosi medici a non preservarla a dovere durante le procedure chirurgiche che la riguardano, andando spesso a compromettere la sfera sessuale femminile.

Oggi abbiamo numerosi dati che dimostrano la presenza di sensibilità a livello della cervice uterina, tanto che numerose donne sono in grado di percepire la procedura durante il PAP Test e durante una dilatazione della cervice per l’inserimento di un dispositivo intrauterino sentono dolore.

In diversi studi è stato notato che la stimolazione della cervice porta ad un’attivazione delle stesse aree cerebrali che vengono attivate in caso di stimolazione di vagina e clitoride. Alcune donne riportano anche orgasmi derivati dalla stimolazione della cervice, diversi rispetto a quelli vaginali o cliteroidei.

Alcuni studi hanno inoltre mostrato che in un’isterectomia che non comprende la cervice è più probabile che le donne continuino ad avere orgasmi rispetto alle donne che hanno subito un’isterectomia totale.

La maggior parte delle pazienti ha riportato… [SEGUE]

Facebook Comments
0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap