La dieta mediterranea dimezza rischio di tumore dell’endometrio ▼

In base ai dati pubblicati sul British Journal of cancer, la dieta mediterranea possiede ancora più potenziale di quanto immaginato prima.

Lo studio, finanziato dalla Fondazione italiana per la ricerca sul cancro (Firc), è stato coordinato dal gruppo di ricercatori dell’Irccs Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, in collaborazione con l’Università degli Studi cittadina, il Centro di riferimento oncologico-Cro di Aviano (Pordenone), l’Istituto nazionale tumori di Napoli e l’Università di Losanna, in Svizzera.

I ricercatori hanno esaminato dati provenienti da 5.079 donne italiane alla ricerca della relazione esistente tra aderenza alla dieta mediterranea e rischio di sviluppare il tumore dell’endometrio, ovvero la mucosa che ricopre la cavità interna dell’utero.

Questo tumore risulta essere la neoplasia ginecologica più frequente in Italia e nei Paesi sviluppati e la sua incidenza è attualmente in aumento; ogni anno, nel mondo vi sono circa 288.000 nuovi casi e, solo in Italia, tale tumore colpisce circa 8.000 donne.
Gli studi sino ad oggi condotti hanno dimostrato che il consumo di frutta, verdura e pesce è in grado di limitare significativamente il rischio di ammalarsi di questa patologia: grazie ai nuovi dati, pare che la dieta “all’italiana” concorra a ridurre tale eventualità di oltre il 50%.

Allo scopo di valutare il grado di aderenza delle donne del campione alla dieta mediterranea sono stati considerati 9 diversi alimenti: verdura e frutta, cerali e patate, legumi, pesce, carne e latticini (di cui la dieta è povera) e alcool, consumato moderatamente.

Le donne che avevano una più alta aderenza rispetto… [SEGUE]

 

Facebook Comments
238 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap