Ti racconto il mio parto by Cristina

Mancano pochi giorni alla data presunta del parto; di giorno mi sento un leone, ma di notte ho tanta paura di ciò che dovrò affrontare!

Sono le 10:30 di mattina di sabato 6 giugno e penso sia il caso di recarmi in ospedale, visto che dalla notte ho iniziato ad avere dei dolori abbastanza regolari, ogni 5-10 minuti, della durata di circa 60
secondi.

Mio marito carica la valigia e dopo 45 minuti di macchina arriviamo in pronto soccorso. Vengo subito visitata: collo posteriore pervio al dito e dilatazione 1 cm. Mi hanno detto che stavo perdendo il tappo e che il sacco era integro .

Mi hanno fatto il monitoraggio e la cosa strana che durante quei dolori che avevo non risultavano contrazioni .

La paura sale, se quei dolori non sono contrazioni… che cosa sono?!

Chiedo all’ostetrica quanto tempo ci sarebbe ancora voluto e lei mi risponde: “potrebbe volerci un giorno come altri dieci”. Pensavo dentro di me: “non sarò mai pronta a sopportare un dolore più forte e soprattutto un’altra notte senza dormire”.

Chiamo mio marito e gli dico di… [SEGUE]

Facebook Comments
0 Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap